polly-horvath-la-vita-è-una-crepe
Per bambini-ragazzi

La vita è una crêpe, Polly Horvath

on
Settembre 11, 2019

Primula Squarp è una bambina di 11 anni nata e cresciuta a Coal Harbour, nella Columbia Britannica (Canada), un villaggio di pescatori.
La sua storia nel libro inizia in una giornata burrascosa di pioggia e vento.
Il peschereccio del padre non è ancora rientrato, la madre, una tipa da non restarsene seduta a mangiarsi le unghie, infila impermeabile e cappello depositando la figlia dall’anziana signorina Perfidy, per andare a cercare marito e barca a vela.

Tua mamma amava tuo padre, tanto da gettarsi in mare , nonostante la tempesta. Questo è vero amore, ed è più raro di una gemma.

Chiunque avesse un minimo di cervello le avrebbe fatto presente che, se quelle onde possono mettere in difficoltà un grosso peschereccio, farebbero polpette di una barca a vela.
Infatti Primula non rivede più i genitori ma si rifiuta di partecipare alla funzione religiosa perchè in cuor suo sa che ritorneranno.
Ogni mattina scende al porto e guarda rientrare le barche, pensando che prima o poi arriveranno anche loro, magari a dorso di balena.

Nel frattempo attingendo dal conto dei genitori, la signorina Perfidy riceve tre dollari l’ora per ospitarla ma il conto in banca è agli sgoccioli, bisogna quindi affidarla a qualche parente più prossimo, cioè lo zio Jack, definito dalla mamma “testa matta”.

Con grande sorpresa di tutti, dopo un netto rifiuto decide di prendere con se sua nipote.
Lo zio Jack riesce sempre ad avere una soluzione per ogni cosa, e se gli eventi non andassero tutti storti, Primula non si ritroverebbe nei guai.
La sostiene e le lascia fare le sue cose ma sfortunatamente per la bambina, il resto delle persone a Coal Harbour non può perdonarle di non essersi gettata nella disperazione dopo la scomparsa dei genitori asecondarie divertenti raccontate.

Tuttavia, Primula trae conforto dalle sue convinzioni, dal cibo e dalla compagnia della signorina Bowzer, proprietaria della Ragazza sull’altalena, un ristorante dove tutto viene servito con l’accompagnamento di crepes, dai bizzari discorsi con la signorina Perfidy e dagli incontri con la signorina Honeycut la psicologa della scuola.

L’aspetto più delizioso sono le ricette per l’anima, l’unione storia-cibo, ogni capitolo infatti si chiude con una semplice ricetta scritta con cuore e umorismo. La bambina comprende come il cibo può essere un conforto e farti sentire a casa anche quando non c’è nulla di familiare intorno.

La vita è una crêpe, breve commento

Romanzo costruito attorno a un cuore solido, empatico e un’anima colma di dolcezza e saggezza protagonista di una storia delicata e toccante.
I ragionamenti pacati e saggi di Primula, circondata da adulti stravaganti e odiosi che cercano di controllare la sua vita con i loro piani ben intenzionati, risplendono magnificamente, risuonano in tutte le pagine e danno vita a una storia di personaggi profondi che hanno difetti, ma sono comunque simpatici e, in alcuni casi, persino ammirevoli.

Il messaggio della determinata Primula Squarp

non rinunciare mai alla speranza, di credere in noi stessi e nelle nostre convinzioni e soprattutto non permettere a nessuno di cambiarci.

Consiglio: sarebbe divertente leggere “La vita è una crêpe2 insieme a un bambino/a, e dopo ogni capitolo preparare la ricetta indicata per renderla ancora più emozionante.

Informazioni:
– Editore: Mondadori
– Pagine: 129
– Giudizio personale: ***/*****
– Età di lettura: 10+

 

 

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

BOOKTERAPIA
Italy

Ciao e benvenuta/o! Voglio condividere con te le mie letture, ma soprattutto dirti che la lettura è uno strumento per migliorare la vita. Segui me e il mio fedele ebook per scoprire il grande potere della lettura!